• Tel: +39 0883 631049

10 minuti di attività al giorno per attivare il cervello

attivita
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

L’attività fisica fa sempre bene a tutte le età ma a volte ignoriamo tutti i benefici di una sana dose di movimento.

Di seguito alcuni benefici:

  • Miglioramento performance cognitiva 
  • Riduzione stati di ansia eccessivi 
  • Riduzione disturbi sfera sessuale 
  • Migliorare qualità del sonno 
  • Contrasta effetti collaterali delle terapie oncologiche 
  • Riduzione ipertensione

 

Potremo andare ancora avanti per elencare tutti i benefici ma ci bastano questi per capire quali sono i vantaggi che non sfruttiamo per godere al meglio del nostro benessere psicofisico. 

La buona notizia che ci viene dai ricercatori canadesi è che bastano anche 10 minuti di allenamento al giorno per risvegliare il cervello. 

La ricerca è stata pubblicata su Neuropsycologia, condotta alla School of Kinesiology and Graduate Program in Neuroscience di Western Ontario (Canada).

Hanno studiato le ricadute positive sul cervello di un’attività fisica breve ma intensa. Lo studio è stato fatto su giovani adulti sottoposti alla soluzione di alcuni problemi, misurando i movimenti oculari correlabili con le funzioni cerebrali che presiedono alla capacità decisionale.

Coloro che si erano dedicati alla pedalata, prima di eseguire i test hanno migliorato il tempo di reazione del 14%, mantenendo intatta l’accuratezza dei test rispetto a coloro che si erano dedicati alla lettura di una rivista. 

Sottolinea Matthew Health, ricercatore che ha guidato lo studio:

«Il test dimostra che l’attività fisica, anche se breve, sveglia il cervello e fornisce una marcia in più per le performance immediatamente successive, anche se non conosciamo con esattezza quali meccanismi entrino in gioco, possiamo ipotizzare che l’attività fisica breve e intensa non solo aumenti il flusso di sangue che raggiunge il cervello, apportando quindi più ossigeno e nutrienti, ma promuova anche il rilascio di proteine specifiche, dotate di effetto neuroprotettivo e in grado di stimolare la crescita di nuovi neuroni»

Quindi i benefici sono per tutti sia per giovani che per anziani.

Se per i giovani fare una breve ma intensa attività fisica può essere utile prima di sostenere una prova, per gli anziani può migliorare le loro capacità cognitive  sostenendo l’autosufficienza nel tempo, ma per questo attendiamo la conferma della scienza. 

Quando compiamo un’azione o apprendiamo una nuova tecnica sportiva entrano in gioco meccanismi neuronali.

Sarebbe proprio il vissuto dell’individuo ad aumentare, preservare e recuperare anche le capacità cognitivo-motorie. 

A determinare il nostro comportamento, infatti, non sono solo i fattori genetici, ma anche l’ambiente che ci circonda e persino come ci muoviamo in esso.

 L’interazione tra genetica e ambiente quindi si traduce in fenomeni di neuroplasticità. 

Altri, invece, stanno esaminando se esistano ulteriori fattori che possano contribuire ad attivare i processi di plasticità cerebrale, come una dieta ricca di omega-3 o di altre sostanze disponibili negli alimenti “più sani”. La ricerca è, quindi, in continuo fermento e, come spesso succede, sta procedendo con nuove indagini e sperimentazioni.

Concludiamo con le parole di Franco Berrino:  medico, patologo, ed epidemiologo;

Risultati immagini per Franco Berrino foto

Per molti anni ha lavorato all’Istituto Nazionale Tumori di Milano, dove ha coordinato il progetto DIANA, sulla relazione tra alimentazione e tumori, famoso per le sue battaglie contro i tumori.

Ha fondato insieme a Enrica Bortolazzi, l’associazione La Grande Via.

 

 

“Più esercizio facciamo, meno moriamo. Certo, tutti dobbiamo morire ma moriamo di meno ad una determinata età. Già mezz’ora al giorno di camminata veloce riduce la mortalità del 30%. Dieci minuti di camminata veloce si può fare sempre, anche quando piove l’importante è non saltare il nostro appuntamento quotidiano, altrimenti dopo due giorni dobbiamo ricominciare tutto daccapo. Poi, quando si arriva verso i 20 minuti cominciamo a provare piacere nel camminare e saremo più portati a fare un po’ di più, a provare altri esercizi”

 

 

Sabrina Fiorentino

Farmacista e Founder SESTRE

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*